EnglishDeutschEspañolFrançaisItalianoPolskiSuomi  

Cronaca del RingCon


Ottobre 2009
di: Sabina

Finalmente riesco a mettere su carta quello che ho vissuto venti giorni fa....

Giovedì 1° Ottobre

Sono arrivata questa mattina all’Hotel Maritim, dove si terrà il RingCon. Ho fatto un viaggio di undici ore in treno, accidenti alla mia vena ecologista. Sono stordita e scopro di non avere una camera. Mi si dice di aspettare, ed io aspetto, ed intanto vedo andare avanti ed indietro un sacco di uomini in giacca e cravatta, con il trolley degli affari. E’ un posto elegante, accogliente si, ma freddo. Dopo una intera mattinata ad aspettare, con la preoccupazione di dover passare la notte su uno dei divani che arredano il salone d’entrata, vedo una faccia amica…Almeno, per me lo è. Vedo arrivare Anne. Insieme a lei arriva la fortuna, mi viene offerta ospitalità nella camera di Diane, nell’attesa di trovare una sistemazione. Arriva il signor Dirk… e con lui, dopo un’oretta, arriva la soluzione ai miei problemi. Il bello è che, mentre so di avere una camera, sono sempre nel salone centrale, e seduta sul solito divano…vedo arrivare Kyle. Va a salutare Anne, la abbraccia, e io resto lì, a guardarlo, non mi riesce di fare un paragone con il personaggio. Lui è lì, e vedi solo quel bellissimo ragazzo, sottile, elegante. Si guarda intorno senza vedere nulla, o almeno è quello che sembra, mi rendo conto che sta studiando l’ambiente, senza darlo a vedere. Il tempo passa, aspettando che arrivi Elisabet, vedo che l’ambiente si sta trasformando, c’è gente più normale dal mio punto di vista, cominciano a comparire cose dal sapore vagamente medioevale. Alla fine fra l’arrivo di Elisabet, la sua sistemazione, la cena…. Si è fatta sera, e io vado a dormire.
Venerdì 2 Ottobre.

Sono andata a colazione, mi sono lucidata gli occhi. Kyle era lì… troppo bello. Alle dieci della mattina ci troviamo con Anna, l’amica PolishFan. Si ritirano i biglietti del RingCon, perché la manifestazione ha decisamente avuto inizio. C’è un mare di gente, Elfi, Hobbit, cavalieri in armatura, altre figure legate al Signore degli Anelli, o semplicemente usciti da un’altra epoca.

Ci si precipita alla Conferenza Stampa. Mi ero offerta di farne parte, per fare una specie di collegamento con questo sito, m’è andata male. La macchina fotografica si è rivelata di poco aiuto. Kyle ha tenuto banco, non solo aveva la posizione centrale, ma le domande erano quasi tutte per lui. Qualche fan di Twilight deve aver avuto pena dei rappresentanti di quel film, perché qualche domanda l’hanno fatta anche a loro, ma la parte del Leone l’ha fatta lui. Non ci eravamo organizzate.

Tutti gli altri rappresentanti dei vari fan club avevano preparato delle schede a proposito dei loro siti, ma ci siamo rifatte gli occhi mentre passavano le foto dei poster di Kyle e Dylan, peccato che il biondone non ci fosse.

Grazie al mio inglese approssimativo, ho capito poco, Kyle ha una bellissima voce, bassa, morbida, ma parla troppo veloce per me e si mangia anche qualche pezzetto… Però che spettacolo! Ride, scherza con gli altri attori fra una risposta e l’altra, riesco a registrare quasi tutte le risposte del nostro eroe…. Non le capisco, ma che importa!!!

Più tardi c’è la prima intervista dei fans con Kyle. Siamo in un teatro, grande. Tutto pieno di donne, non si vede un uomo neanche per sbaglio. Tutte ad aspettare Kyle. Il signor Marc, il maestro di cerimonie, fa le presentazioni, dopo alcune battute dello spettacolo precedente che avevano anticipato il suo arrivo. Il giovanotto in felpa verde e berretto da baseball, cammina avanti ed indietro mentre risponde alle domande, ma è nervoso, sembra scontento di essere lì… Mi ricorda una belva feroce in gabbia..

Diana, da qualche parte in ginocchio davanti a tutti, sta facendo le foto che Rena ha potuto mettere nel sito.Grazie Diana. Non ricordo cosa ha detto, ma giuro che il solo guardarlo bastava a ripagare del viaggio e nonostante il nervosismo ha fatto un’ottima impressione. Con sommo dispiacere veniamo a sapere che il tanto atteso ballo dei vampiri non lo vedrà ospite, ma cavolo! Volevamo andare lì solo per vedere come si sarebbe presentato! Va bene. Fa nulla…

Nel corso del pomeriggio lo si vede di sfuggita, non riesco a credere che un giovanotto possa avere una tale aura di potere da intimidire. Si comprano i biglietti per gli autografi, si aspetta l’apertura ufficiale del RingCon, e di nuovo, l’entrata in scena di Kyle, scatena una cacofonia di urla e fischi di ammirazione, che per gli altri attori non è stata così intensa e sentita. Dopo la cerimonia ufficiale, ci si prepara per il ballo dei vampiri… che si rivela una vera delusione… non è un ballo, ma una specie di festa in maschera dove nessuno balla, però al bar distribuiscono strani cocktail colore del sangue in provette da laboratorio. L’idea era carina, ma l’ambiente no. Ce ne andiamo al bar, dove cominciamo a divertirci davvero, la musica anni 70-80, il gruppo del forum riunito. Abbiamo ballato, riso, fatto foto… e io mi sono persa Kyle che è arrivato a mezzanotte. Peggio per me.

Sabato 3 Ottobre.

Dopo pranzo un’altra seduta di intervista con Kyle. Molto elegante con un berretto floscio, golfino nero, jeans. Questa volta era rilassato, ha riso, scherzato, ha anche cantato per una ragazza che faceva il compleanno. Ha detto che come cantante fa schifo, ma non è vero, ha una bella voce, è intonato. Credo che se trovasse la giusta canzone potrebbe proporla quando una fan gli chiede di cantare per lei. In compenso si è rifiutato di togliersi il cappello… Ha detto che i capelli sono una cosa privata. Alla fine dell’intervista, con moltissime domande, si è anche messo in posa per le foto.

Dopo l’intervista, ci credete che siamo state rimbalzate sia per gli autografi che per le foto? Due file che non finivano più… e indovinate? La fila più lunga per gli autografi era quella di?....Kyle! Non ho visto perché me lo hanno detto, ma lui era da solo, in fondo…. Con una fila lunga così!!! Queste sono soddisfazioni. E per le foto uguale, la richiesta era tale che non riuscivano a finire per tempo. Non ho neanche provato a guardare le file per gli altri attori, ma credo non sia stato lo stesso per loro…


E arriviamo a Domenica mattina, 4 Ottobre..
Non credo siano state le minacce all’addetto alla sicurezza fatte la sera prima, ma stamattina siamo entrate…. Abbiamo fatto una lunga, educata fila e finalmente abbiamo avuto i nostri autografi. Shannara, ha pensato anche a Rena, grazie Shan. Così anche la nostra cara, ha il suo autografo. Mi sembra giusto. Fatte foto mentre faceva gli autografi… macchinetta di m… foto mosse. Spero non abbia buttato i regali che gli abbiamo dato. Più tardi.. ebbene più tardi, per le foto abbiamo avuto la nostra vendetta. Oltre a quelle individuali con il bellissimo, la foto di gruppo!! Tiè.

Lo spettacolo che precedeva la chiusura del Ring Con è stato esilarante, e il bello è che Kyle ha partecipato. Ha interpretato il principe azzurro in una rivisitazione folle di cenerentola: invitato a pranzo, si trovava come cuoco e cameriere Shrek! Ci avevano anche messo il ciuco, ma non sono riuscita ad afferrare in quale veste. In un’altra rappresentazione che parlava di taglialegna innamorati degli alberi, in cui c’erano vaghe allusioni di non specificabile tendenza, Kyle ed altri attori interpretavano una danza di alberi voluttuosi.

Lasciamo perdere gli indovinelli, neanche a farlo apposta, Kyle è stato il primo albero ad essere abbattuto. Non lo dico perché soffro di incontinenza, ma c’era da farsela addosso dal ridere. Ancora un sacco di urla e fischi quando Kyle è uscito durante la cerimonia di chiusura.

Uscite dal teatro… magia..era sparito tutto! Gli stand dove vendevano abbigliamento medioevale, carta fatta a mano, penne e pennini, inchiostri, addirittura la stanza adibita a mercato per gli appassionati del Signore degli Anelli…. Non c’era più niente. Era tornato tutto come Giovedì mattina. La sera ancora discoteca, e c’era Kyle in giro… avrei voluto salutarlo, ma non è stato possibile, però devo dire, che con la giacca ci sta decisamente bene.

Lunedì era giornata di partenza per gli ultimi irriducibili, e quelli che come me, partivano alla sera. Ho avuto la fortuna di poterlo salutare. Donne, peccato che sia così giovane, perché davvero è un uomo che vale la pena!!! Se avete domande, non esitate a farle… qualcuno vi risponderà su quello che non ho detto perché ora come ora, non mi ricordo proprio tutto.. ma a domanda, magari qualcosa pesco fuori dalla memoria.


Sperando di non avervi annoiato.

Foto da Sabina.